Die schönsten Waalwege Südtirols, Meraner Waalrunde
315 giorni di sole
symbol
25°C
10°C
giovedì, 29. settembre 2016
315 giorni di sole
symbol25°C

Via ferrata Hoachwool

E’ stata ultimata da poco la realizzazione della via ferrata “Hoachwool“ che, insieme alla palestra di roccia Juval, completano la straordinaria proposta per quanto riguarda le vie d’arrampicata.

La topologia molto varia, le attraversate, le pareti e la vista degli antichi “Kandln”, gli antichi canali d'irrigazione in legno posati nel 1833 per irrigare i prati di Naturno, rendono questa via ferrata particolarmente spettacolare ed entusiasmante. Tecnica d’arrampicata di base e sufficiente allenamento sono i presupposti necessari per affrontare questa ferrata.

La palestra di roccia è ben attrezzata.  Una corda d’acciaio, pioli e ancoraggi, oltre a 2 scale, portano i rocciatori sicuri alla meta. Suggeriamo di arrampicare solo in caso di condizioni metereologiche favorevoli e di evitare, arrampicando in modo attento, di smuovere sassi per non danneggiare i rocciatori che seguono!

Attrezzatura necessaria:

  •     Casco da arrampicata, imbragatura con set da arrampicata
  •     Calzature adatte
  •     Guanti da ferrat
  •     Bevande e cibo a sufficienza

 

Possibilità di parcheggio dell’autovettura presso la funivia Unterstell a Compaccio. Il parcheggio è raggiungibile anche con i mezzi pubblici.

Da lì si raggiunge, dopo 20 minuti a piedi, seguendo il sentiero della roggia, il ristorante Schnalserhof e la Bottega del Contadino. Preghiamo tutti gli appassionati rocciatori di non utilizzare il parcheggio privato davanti alla Bottega del Contadino!

 

Il primo tratto della via ferrata, orograficamente situato a destra del letto del torrente, si raggiunge oltrepassando la palestra di roccia Juval. Dopo ca. 250 m si attraversa un ponte tibetano, che attraversa ad un’altezza vertiginosa il rio Senales.

 

Grado di difficoltà B/C, 75 m di dislivello, tempo di percorrenza ca. 30 min.

Dopo il ponte tibetano la ferrata porta attraverso rampe e nastri fino al “Hoachwool“, dove ancora oggi le antiche canalizzazioni in legno di larice documentano lo storico sistema di irrigazione delle rogge. Si prosegue per una parete esposta, che richiede tecnica ed allenamento. Superato questo tratto difficile, si procede per un tratto più facile dal quale si ha una splendida vista su Castel Juval e da cui si può ammirare la meravigliosa vegetazione. Poi, attraverso una scala, si raggiunge la grotta “Wandbuch”. Segue il tratto finale che porta poco più in basso del maso Höflhof.

 

Grado di difficoltà C/D, 580m di dislivello, tempo di percorrenza ca. 3 ore.

Raggiunta la meta, seguite lo staccato a destra fino al cancello. Da qui si offrono due possibilità per la discesa. Per chi volesse godersi l’altitudine e la vista sul Monte Tramontana, può raggiungere la stazione a monte della funivia Unterstell (20 min.) e scendere a valle con la funivia. Come alternativa è possibile scendere lungo il sentiero n. 10 (1 ora) fino al punto di partenza, il parcheggio della funivia Unterstell.

Chi invece volesse affrontare la via ferrata con una guida alpina, può rivolgersi allo stesso costruttore della ferrata, la guida alpina Ludwig Gorfer +39 335 58 53 007 oppure alla scuola d’alpinismo di Merano.

 

L’Associazione turistica ringrazia la famiglia Ladurner (Ladurnhof), il signor Reinhold Messner (Castel Juval) e la famiglia Fliri (Höflhof), che hanno dato il loro consenso per costruire la via ferrata sui terreni di loro proprietà, il Servizio forestale di Merano ed il team Ludwig, Klaus e Jasmin per l’esecuzione dei lavori, nonché la Comunitá comprensoriale del Burgraviato ed il Comune di Naturno, che hanno sostenuto finanziariamente il progetto.

Facebook Google+ Pinterest Twitter