315 giorni di sole
symbol
19°C
13°C
martedì, 31. maggio 2016
315 giorni di sole
symbol19°C

Una passeggiata lungo questi antichi sistemi di irrigazione promette avventura e divertimento ad adulti e bambini.

fridolin fridolin

I sentieri d'acqua

I “Waale” rappresentano un antico sistema d’irrigazione, escogitato secoli or sono, per far giungere ai campi dell’arida Val Venosta l`acqua necessaria per le coltivazioni.

L’acqua proveniente dai fiumi dei paesi più alti, a volte da torrenti di montagna, veniva incanalata nei “Waale”, i cosiddetti canali d’irrigazione spesso scolpiti nella roccia oppure attraverso “Kandeln”, canali in legno.

 

I „Waaler“ avevano il compito di sorvegliare il flusso dell’acqua e di effettuare i lavori di manutenzioni lungo i canali.

A questo scopo furono creati lungo i canali d’irrigazioni sentieri facilmente raggiungibili dai “Waaler”. E’ così che nella zona di Naturno, una delle zone meno piovose delle Alpi, si è così sviluppata un’ampia rete di sentieri lungo i “Waale, i cosiddetti Waalwege, in italiano “Sentieri d’acqua” che tuttora si snoda in direzione della Val Venosta e di Merano e dintorni. Oggi i Sentieri d’acqua sono diventati soprattutto facili e frequentatissimi sentieri turistici, assai graditi per il loro andamento quasi pianeggiante, tipico delle canalizzazioni irrigue.

I Sentieri d’acqua nei dintorni di Naturno – Val Venosta

Waalweg di Stava

(lunghezza: 2,5 km, tempo di camminata: ca. 1 ora)

Da Ciardes, passando davanti all’Albergo Himmelreich il sentiero si snoda lungo il Monte Sole in direzione Stava. L’ultimo tratto conduce attraverso i meravigliosi vigneti del maso Unterortl. Possibilità di degustare l’ottimo vino (visite guidate ogni 2. giovedì del mese; prenotazione presso l’Associazione Turistica). Un servizio bus navetta in partenza da Castel Juval riconduce a valle. Se desiderate camminare percorrete semplicemente il sentiero n. 1 in direzione Stava.

 

Waalweg di Latschander

(lunghezza: 6 km, tempo di camminata: ca. 2,5 – 3 ore)

Il sentiero inizia in prossimità del borgo Tiss a Colorano. Il sentiero si snoda lungo il pendio soleggiato sopra la gola dell’Adige fino a Castelbello.

 

Waalweg di Ciardes

(lunghezza: 6,5 km, tempo camminata: ca. 2 ore)

Attenzione: il “Waalweg” di Senales è chiuso a causa di una frana.

Partendo dal Castel Juval vi aspetta uno dei più belli “Waalwege” della zona. Il Castel Juval si raggiunge comodamente utilizzando lo shuttle dal parcheggio Juval oppure salendo a piedi (per ca. 1 ora). Passando il complesso residenziale dell’alpinista estremo, Reinhold Messner, e il museo con la più ampia collezione privata di cimeli tibetani del mondo, si percorre un piccolo bosco di betulla e si giunge poi alle frazioni di Ciardes, Colsano e Castelbello. Dall’azienda vinicola Köfelgut, si scende verso il centro del paese di Castelbello. Il “Waalweg di Ciardes” si connette con il “Waalweg di Stava”.

I Sentieri d’acqua nei dintorni di Naturno – Merano e dintorni

Waalweg di Parcines

(lunghezza: 5 km, tempo di camminata: ca. 2 ore)

Salendo dal centro di Parcines in direzione nord (per ca. 1 ora) verso la cascata, si giunge alla frazione di "Salten". Da qui in direzione est, trova inizio il "Waalweg" di Parcines. Passa per il dosso di Postal e termina in prossimità dell’Albergo Niedermair nella frazione Vertigen. Il Waalweg di Parcines fa parte dei Sentieri d'Acqua Meranesi.

 

Waalweg di Lagundo

(lunghezza: 5-6 km, tempo di camminata: ca. 2 ore)

Il Waalweg di Lagundo è lungo 5-6 km ed è diviso in due tronconi. Offre una meravigliosa vista panoramica sulla Val d’Adige. Si tratta di un sentiero quasi pianeggiante. La parte ovest inizia al parcheggio presso Tel, si snoda attraverso Plars di Sopra e di Mezzo sino al Grabbach sopra la pittoresca Lagundo Vecchia. Questo é il punto di partenza del primo tratto dei Sentieri d’acqua Meranesi.  La parte est inizia presso il Grabbach a Lagundo paese e conduce a St. Maddalena a Quarazze per collegarsi alla Passeggiata Tappeiner.

 

Waalweg di Marlengo

(lunghezza: 13 km, tempo di camminata: ca. 3 - 3,5 ore)

Un itinerario senza difficoltà con il vantaggio di poter essere iniziato o interrotto in moltissimi punti. Il percorso si svolge partendo dalla chiusa di Tel, alla deviazione dell'Adige, e termina nei pressi di Lana, attraversando i pendii di Foresta, Marlengo e Cermes, passando nelle vicinanze di Castel Lebenberg sino allo sbocco dell'acqua nel Rio Valsura. Come tappe dei Sentieri d’acqua Meranesi il Waalweg di Marlengo riconduce a Tel, il punto di partenza del primo tratto. 

Facebook Google+ Pinterest Twitter